Perché mangiare frutta e verdura di stagione?

  • Admin
  • 24/06/2019

Immaginate un supermercato o un ipermercato, avvicinatevi al reparto di frutta e verdura e sbizzarritevi con l’enorme vastità di prodotti che vi si presentano davanti. Ma vi siete mai fermati a leggere la provenienza della maggior parte dei prodotti che vi vengono proposti? Vi siete mai fermati a pensare se è dicembre il mese giusto per le fragole e luglio per il melograno? Avete mai ragionato su quanto sia realmente corretto portare in tavola la frutta estiva in inverno ed in estate quella tipica dei mesi freddi?

Mangiare frutta e verdura di stagione è fondamentale per la nostra salute e per il nostro pianeta. Pensate che sia difficile? Tutto il contrario! Fare la spesa con prodotti freschi e di stagione porta a mangiare con consapevolezza e scegliere dagli scaffali esattamente quei prodotti che maturano nel periodo. Non sapete quali sono? Basta guardarsi intorno per trovare davvero tanti agricoltori che lavorano quotidianamente per fare arrivare sulle nostre tavole raccolti freschi e genuini, prodotti locali e a km0 e, soprattutto, che rispettano la stagionalità.

Scopriamo insieme perché sarebbe più giusto se tutti imparassimo a mangiare solo frutta e verdura di stagione.

 

Il ritmo biologico

Mangiare frutta e verdura di stagione significa rispettare l’equilibrio che esiste da sempre nella natura. Per mantenere la conservazione della specie, la natura ha fatto sì che frutti e piante diverse diventassero mature e commestibili in stagioni diverse, in modo da poter offrire cibi variegati a chi di essi se ne ciba. L’uomo, grazie alla tecnologia e alla conoscenza, può forzare gli eventi, forzare le coltivazioni, o fare arrivare prodotti da lontano. Ma questo vuol dire apportare variazioni ai ritmi biologici della natura che non sempre hanno ripercussioni positive sulla natura stessa e sugli altri esseri viventi che di essa ne fanno parte, uomo compreso.

 

Le vitamine

Avere la possibilità di mangiare alimenti diversi durante il corso dell’anno significa variegare la tipologia di elementi benefici introdotti, significa poter affrontare ogni stagione con il giusto apporto vitaminico e contribuire ad avere un corpo in salute. Se mangiassimo sempre la stessa tipologia di alimenti, per tutto l’anno, molto probabilmente non godremmo di ottima salute, avremmo l'eccesso di alcuni elementi e la carenza di altri e noteremmo segni di sofferenza del nostro organismo.  Un prodotto locale, inoltre, impiega poco tempo per arrivare sulle nostre tavole e l’apporto vitaminico non diminuisce drasticamente cosa che, invece, succede quando un prodotto ha molta strada da percorrere, è soggetto a diversi giorni di attesa prima del consumo e magari a tecniche di conservazione atte a far mantenere un aspetto estetico a dir poco perfetto.

 

Sostanze chimiche e inquinamento

Acquistando fuori stagione abbiamo molta più possibilità di portare in tavola anche pesticidi e altre sostanze chimiche che è necessario utilizzare durante la coltivazione per permettere la crescita e la maturazione di un prodotto al di fuori del suo periodo naturale. Inoltre, per permettere ad una pianta di crescere in una stagione non sua, occorrerà impiantare delle serre, riscaldarle e mantenere ottimale il clima all’interno. Questo si traduce con costi elevati ed inquinamento ambientale. Lo stesso inquinamento si raggiunge anche acquistando prodotti coltivati altrove, magari dove il clima naturale lo permette, e che per arrivare sulle nostre tavole fuori stagione, devono percorre chilometri e chilometri, a volte anche attraversare mezzo pianeta, solo per soddisfare un capriccio o per seguire una tendenza.

 

Il sapore

È certo che i prodotti acquistati dal contadino che coltiva la terra e vende i prodotti a km0, hanno un gusto totalmente diverso rispetto a quelli acquistati fuori stagione o fatti arrivare da chissà da dove. Sfortunatamente, o per fortuna, nella natura, ogni elemento fa il suo gioco e sono tutti in uno splendido equilibrio tra loro.
Un pomodoro San Marzano, ad esempio, è tale non solo perché è il frutto di una specifica varietà di pianta di pomodoro, ma il suo gusto è dato dal terreno, dalle sostanze contenute all’interno, dalla posizione geografica, dal periodo in cui è stata piantato il seme, dalle condizioni in cui la pianta è cresciuta, dall’aria che quelle cellule hanno respirato, dall’inclinazione dei raggi di sole che ha ricevuto, dalla quantità di sole che ha ricevuto e dalla cura che l’agricoltore gli ha dedicato. La stessa pianta, lasciata crescere altrove, in altre condizioni, con altre temperature, con altra illuminazione, non avrà lo stesso profumo, lo stesso colore, lo stesso gusto e le stesse proprietà nutritive.

 

La tasca

È vero, è comodo poter acquistare ciò che si vuole in ogni periodo nell’anno, soddisfacendo ogni capriccio e riuscendo a contrastare i ritmi biologici della natura, ma vi siete mai chiesti se anche al portafogli conviene? Avere una disponibilità infinita significa sostenere costi maggiori per tutto ciò che serve per far crescere una pianta in una temperatura diversa da quella sua naturale, quindi concimi e serre riscaldate, per tutto ciò che serve per poter conservare il prodotto anche durante il trasporto, quindi celle frigo di grandi portate, e per trasportare i prodotti tra diverse regioni, tra diverse nazioni e anche tra diversi continenti.

 

Alla luce di tutto ciò, esiste un modo per poter rispettare il ritmo biologico, poter usufruire del giusto apporto di vitamine e sali minerali, evitare di assumere sostanze chimiche nocive per l'organismo e di disperderne altre nell’ambiente, ridurre il tasso di inquinamento ambientale, ritrovare i gusti autentici dei prodotti che acquistiamo e comunque risparmiare sul netto della spesa?

Certo! Scegli sempre prodotti locali! Salvaguarda il chilometro zero! Ritrova il contatto con la terra e beneficia della cura che ci mettono gli agricoltori a portare a maturazione prodotti scelti e selezionati.

 

 

 

Spesa online? Ortoeporto.it

Spesa a domicilio: Orto e Porto consegna la spesa a casa

 
Inizia a fare la spesa!